Le cuffie wireless sono più piccole e più economiche che mai, ma è difficile sapere che tipo di suono ci si può aspettare da questi piccoli dispositivi prima di acquistarle. Per aiutarvi a prendere la decisione giusta, vi portiamo tutte le informazioni dopo aver consultato i risultati dei test di più di 20 coppie durante almeno due settimane di corsa e di cross-training.

Alla techno-sound dividiamo le cuffie da corsa in 3 diversi tipi di cuffie:

1.-veramente senza fili
2.-veramente senza fili con un gancio sopra l’orecchio
3.-collegato via cavo, il che significa che c’è un cavo o una banda che collega le due cuffie l’una all’altra.

Veramente senza fili

Queste cuffie non hanno cavi di ponticello o ganci che si estendono intorno all’orecchio; basta metterle e via. La loro compattezza li rende leggeri, e le loro piccole batterie significano tempi di funzionamento più brevi, anche se tutti i nostri modelli di test sono dotati di custodie di ricarica che permettono di ricaricarli in movimento. Tendono anche ad essere i più costosi.
Se ci costringete a scegliere il meglio del lotto, sceglieremo sicuramente il nostro preferito, il noto Bose Soundsport Free.

Bose Sound Sport Free

cuffie Bose SoundSportFree

Se avete intenzione di pagare più di 200€ o più per qualcosa di Bose, dovrebbe prima suonare alla grande e SoundSport Free offre il massimo. “La qualità del suono è stupefacente”. “Bassi profondi e alti chiari”. Con il 60 per cento del volume del dispositivo più alto, è ancora possibile sentire le auto nelle vicinanze, quindi c’è una discreta quantità di suono ambientale, fintanto che non stai suonando le tue melodie.
Tuttavia, le cuffie possono richiedere qualche regolazione continua durante le gare, e la lamentela più grande può essere la connettività. Alcuni preferiscono quelli più economici, ma noi siamo contenti. Alcuni dicono che se li provi non vorrai altri partner in corsa.

Anche se non possiamo dimenticare altri di grande livello come Jabra Elite Active 75t o Sony WFXB700B. Ovviamente, abbiamo anche tempo per il “meno commerciale” dei marchi meno conosciuti, ma se ci chiedete dei nostri preferiti, sono senza dubbio quelli che abbiamo descritto sopra.

Jabra Elite Active 65t

cuffie jabra elite 65t argento

L‘Elite Active 65t non è più il miglior apparecchio acustico sportivo di Jabra, ma è buono quasi quanto il suo successore (il 75t ha una durata della batteria leggermente migliore, una migliore vestibilità e un suono migliore, e una modalità HearThrough molto migliore). Abbiamo trovato una vestibilità sicura con le tre misure di inserti in silicone incluse e riteniamo che Jabra abbia la migliore qualità audio tra tutte le cuffie wireless che abbiamo testato.

I bassi non sono così impressionanti come quelli offerti da Bose e Sennheiser, ma le cuffie continuano a colpire quando si è stabilita una chiusura ermetica e offrono un suono equilibrato attraverso l’hip-hop, il rock, il folk e i podcast. Gli auricolari leggeri non si muovono una volta che il movimento inizia, e la modalità HearThrough porta il suono ambientale quando necessario.
Tuttavia, la qualità del suono ambientale non è ancora molto buona se sigillata correttamente nelle orecchie.

Altri utenti trovano che abbassa le dimensioni di un inserto, perdendo parte della qualità del suono nell’orecchio a causa del rumore ambientale per la corsa all’aperto. La durata della batteria di cinque ore è sufficiente per la maggior parte delle gare, e la piccola valigetta di ricarica contiene altre 10 ore. Un buon investimento: la garanzia Jabra copre le cuffie per due anni contro i danni causati da polvere e sudore.

Veramente senza fili con ganci auricolari

L’aggiunta di un gancio può migliorare la vestibilità di un auricolare, in quanto c’è un secondo punto di contatto per tenerlo in posizione. Il gancio può anche memorizzare le antenne o una batteria, aiutando queste cuffie a rimanere attive più a lungo rispetto alle loro controparti realmente wireless.

Di solito sono leggermente più economici dei modelli realmente senza fili, ma alcuni costano comunque più di 150 dollari. Ad esempio, il Beats Powerbeats Pro, il JBL Endurance Peak e il Plantronics BackBeat Fit 3100. Sono a nostro avviso tra i più completi che si possano trovare sul mercato.

Powerbeats Pro

colori cuffie powerbeats pro

Il Powerbeats Pro è il pacchetto completo, sia le cuffie sportive wireless complete che letteralmente una grande scatola contenente le cuffie e 15 ore di azione extra. Non che ne abbiate bisogno, i tappi durano nove ore con una sola carica. “Il suono che si ottiene dal Powerbeats Pro è davvero espansivo”, dicono alcuni utenti nelle loro recensioni complete. “Ogni canzone sembra che tu stia ascoltando in una stanza più grande, con gli altoparlanti posizionati lontano da te”.

Il rumore ambientale inizia al minimo ma aumenta man mano che il sudore fa sì che le cuffie perdano parte della loro impronta. La musica diventa un po’ più vuota, ma la consapevolezza significa che si percepiscono rumori ambientali forti come sirene e altoparlanti. L’accoppiamento Bluetooth è immediato con un iPhone e una ricarica rapida di cinque minuti offre 90 minuti di riproduzione. I Powerbeat sono classificati IPX4, quindi resisteranno a un temporale (ma non all’immersione) e, nonostante le loro grandi dimensioni, i bozzoli mantengono un profilo abbastanza basso da poter essere a proprio agio con cappello e occhiali da sole.

Plantronics Backbeat Fit

cuffie sportive BackBeatFIT 2100

Ci sono utenti che hanno utilizzato la Plantronics BackBeat Fit 3100 in mezzo il traffico dei centri urbani e su un sentiero sereno in montagna, scoprendo che il loro suono e la loro consapevolezza hanno funzionato bene in entrambe le aree. “Sulle tracce, riuscivo ancora a percepire il suono degli uccelli che svolazzavano in giro”, disse uno di loro. Si sentiva anche abbastanza cosciente da camminare per la città trasportandole, anche se dovevano combattere le interferenze di altri dispositivi (la maggior parte dei modelli wireless che abbiamo testato hanno questo problema).

Le cuffie si muovono sopra il canale uditivo, invece di adattarsi al suo interno, e usano i ganci per rimanere in posizione, in modo da non dover essere regolate una volta in funzione. Tuttavia, i ganci li rendono meno comodi da indossare con gli occhiali da sole.

Cuffie collegate per un cavo

Queste cuffie non sono ancora attaccate al telefono, ma utilizzano un cavo o una banda per collegare entrambe le cuffie e conservare le batterie, i microfoni o un’antenna. Se si riesce a far funzionare il cavo di connessione, si avrà una migliore durata della batteria (otto o più ore, rispetto alle quattro del vero wireless) e un prezzo significativamente più basso.

In questo caso, oltre alle cuffie Bose SoundSport, Beats o JBL, più vicine per prezzo alle cuffie più sofisticate, troviamo marchi meno conosciuti come Blukar, Mpow, Abafia e molti altri. Queste marche hanno una fascia di prezzo più bassa rispetto alle marche più conosciute. La performance dipende da quello che ognuno cerca… perché nelle cuffie sportive, come in qualsiasi altra cosa (anche nello stesso sport), ognuno cerca prestazioni, sensazioni e, insomma, qualcosa che lo faccia sentire bene.

 

JBL Reflect Mini 2

cuffie jbl reflect mini 2

Il JBL Reflect Mini 2 non è il più recente paio di cuffie, ma il suo prezzo è sceso, il che lo rende un’interessante proposta di valore. Gli auricolari formano un sigillo stretto sulle orecchie e non si muovono quando si inizia a fare jogging. Il rovescio della medaglia per i corridori all’aperto è la mancanza di suono ambientale, che isola anche le vostre melodie dal mondo esterno. “La qualità del suono è così chiara che se ci si concentra e si ascolta davvero la musica, è possibile identificare ogni strumento”.

Il cavo di collegamento tra le cuffie è leggero e appena percettibile nella fascia media, e il Reflect Mini 2 si collega rapidamente via Bluetooth e rimane collegato fino a una distanza considerevole. Le cuffie sono inoltre dotate di cavi riflettenti per la visibilità notturna, di un grado di resistenza all’acqua IPX5 e di un’impressionante durata della batteria di 10 oreía.

Bose SoundSport

cuffie bose soundsport

Il Bose SoundSport è tra i migliori in questo test per la sua vestibilità superiore e la qualità del suono impressionante. L’editore del test ha ottenuto rapidamente un punteggio sul comfort in modo che le cuffie non si stacchino nel bel mezzo dell’allenamento, nonostante l’alloggiamento dell’altoparlante di grandi dimensioni. E la qualità del suono è croccante e dinamica come ci si aspetterebbe da Bose. L’auricolare si collega rapidamente al vostro iPhone 7 e rimane collegato a lunga distanza. Purtroppo le cuffie non lasciano entrare molto suono ambientale. “Ti rendono in gran parte ignari del mondo che ti circonda, anche a medio volume”. Il SoundSport vi darà un’esperienza audio di qualità, ma non lasciate che vi rovini la coscienza.

Valori in considerazione nella nostra selezione

Per testare bene e mantenere lo stesso livello nei test, abbiamo cercato di ottenere lo stesso feedback da tutti, pensando a quali qualità fossero importanti per noi come corridori che utilizzano questi dispositivi. È così che abbiamo valutato:

Qualità del suono

Non siamo audiofili, quindi la valutazione della qualità del suono è in gran parte soggettiva. Tuttavia, tutti noi abbiamo già usato le cuffie in passato, e sappiamo come confrontarle con altre che abbiamo testato e fornire informazioni specifiche su come altri partner di test hanno fatto suonare le loro canzoni e podcast preferiti. Quando il suono è più chiaro e più coinvolgente possiamo tutti riconoscere la differenza di qualità.

L'impostazione e il suono ambientale

Il modo in cui un apparecchio acustico si adatta influisce sulla quantità di suono esterno che lascia entrare, e non c’è un equilibrio ideale per tutti. Ad alcuni corridori piacciono le cuffie che si inseriscono in profondità nelle orecchie e bloccano tutti i rumori esterni, permettendo loro di concentrarsi sulle melodie, mentre altri preferiscono un sacco di suoni ambientali da un’impostazione più libera (quest’ultima impostazione è più sicura per correre all’aperto e tra le altre persone, in quanto consente di sentire i rumori esterni che possono far risparmiare molta paura in un dato momento). Quindi, anche se non classifichiamo le cuffie in base al suono ambientale, le classifichiamo in base al fatto che siano rimaste nelle orecchie dei nostri tester.

Poiché l’isolamento dal mondo esterno dovrebbe dare un suono più chiaro, la stragrande maggioranza delle volte ci aspettiamo una migliore qualità del suono da cuffie che si adattano bene all’orecchio rispetto a quelle che lasciano entrare molto rumore. Per il meglio dei due mondi, alcuni dei modelli più costosi offrono una modalità di suono ambientale, che utilizza il microfono del dispositivo per introdurre il rumore esterno mantenendo una perfetta aderenza.

Connettività

Abbiamo anche valutato la velocità e la facilità con cui le cuffie si collegavano ai loro telefoni e la distanza che potevano raggiungere dai loro telefoni prima che il segnale venisse interrotto. E abbiamo registrato qualsiasi problema di connettività nel bel mezzo di una gara o di un allenamento.

Qualità

In diversi giorni di test, abbiamo trovato pochi problemi di qualità, ma abbiamo anche fatto un pooling di come le cuffie si sentivano e ci si aspetterebbe che un paio di cuffie da 180 euro si sentisse al top della qualità rispetto a un paio da 40 euro. Per la valutazione della qualità a lungo termine, abbiamo controllato le opinioni degli utenti di Amazon e di altri rivenditori per verificare la presenza di problemi persistenti, e aggiorneremo i nostri risultati nel caso in cui sorgano problemi mentre continuiamo a lavorare con questi modelli.

Resistenza all'acqua e al sudore

Nessuno ha avuto problemi con l’acqua o il sudore che rovinano le cuffie, ma in uno scenario di test più lungo, l’umidità può distruggere le cuffie che non sono in grado di respingerla. Considerate quindi il grado di protezione IP, o protezione all’ingresso, di ogni dispositivo. Il rating è composto da due numeri. La prima indica la protezione contro la polvere, la seconda è per la protezione contro l’acqua. La “X” al posto di un numero qualsiasi significa che non ci sono dati (quindi una classificazione “IPX” significa che la protezione dalla polvere non è stata valutata). Il secondo numero, per l’ingresso di liquidi, è quello che conta di più per i corridori.

Un punteggio di uno o due significa che una cuffia può resistere all’acqua che gocciola. Un punteggio da tre a sei significa che sopravviverà alle crescenti quantità di pioggia per periodi di tempo più lunghi. Il gold standard è un punteggio da sette a nove, il che significa che l’auricolare può essere immerso in diverse profondità d’acqua senza problemi.

Durata della batteria

Abbiamo controllato i reclami dei produttori con l’esperienza di diversi clienti e abbiamo rilevato discrepanze laddove si sono verificate.

I nostri miglioramenti

Aggiorneremo continuamente questo riassunto con le nostre stampe di prova delle ultime cuffie wireless in esecuzione. Techno-Sound si basa su un team giovane e dinamico alla ricerca dei migliori articoli per godersi la musica, lo sport, il benessere… tutto ciò che ha a che fare con il piacere dell’udito per valorizzare le nostre esperienze.

Nel nostro blog puoi collaborare con noi se lo consideri perché ogni aiuto è poco per migliorare e offrire un’esperienza migliore a tutti gli utenti che, come noi, sono appassionati di musica e suono.